La legislazione sull'autonomia scolastica e le disposizioni organizzative previste dalla Riforma ci consentono di introdurre nei tempi della scuola, nell'articolazione del curricolo e nella programmazione didattica, una serie di adattamenti verso la scuola che ci piacerebbe fare.

Molti cambiamenti sono stati sperimentati in questi ultimi anni, con gradualità, verificandone la pertinenza insieme agli alunni e ai genitori. I criteri che ci hanno guidato nell'interpretare questa stagione della Riforma sono:

la flessibilità: crediamo in una scuola che sa adattare i tempi e le strutture alla vita, che sa creare spazi di apprendimento anche al di fuori del gruppo-classe tradizionale (classi aperte, offerte culturali dal territorio…)

l'individualizzazione: crediamo in una scuola che mette al centro il singolo alunno, la sua storia, le sue modalità cognitive, perché ad ognuno sia data la possibilità di sviluppare al meglio i propri talenti

l'opzionalità: crediamo in una scuola che distingue insegnamenti fondamentali ed approfondimenti, che consente di coltivare percorsi culturali peculiari, che consente di specificare il curricolo - man mano l'alunno cresce - in direzione delle future scelte formative e professionali

Back to top

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.